Ritratti di Donna

A costo di sembrare banale e un po’ scontato, dedico il post di oggi alle donne. A tutte le donne. A quelle che stanno di fronte all’obbiettivo e alle fotografe, professioniste o amatoriali che siano.

Lo dedico a madri, figlie, lavoratrici e casalinghe. A quelle giovani, molto giovani e meno giovani. Lo dedico a quelle donne che si criticano sempre e a quelle che si credono perfette.

A quelle vivaci e colorate e a quelle dall’animo più grigio e quieto. Lo dedico alle donne che amano mettersi in mostra e a quelle che si chiudono in un angolo, aspettando il loro principe.

Lo dedico alle madri, che fanno il lavoro più difficile del mondo. Ma lo dedico anche alle figlie di tutto il mondo, augurando loro di essere presto delle madri.

Lo dedico a quelle donne che vanno sempre di fretta, che sono sempre al telefono e che, quando guidano, si trasformano in killer spietati, suonando e urlando a chiunque si intrometta sulla loro strada.

Lo dedico a quelle donne che si vestono con capi firmati e a quelle che amano uscire con una maglietta e un paio di jeans, magari sempre quelli. A quelle che si fanno sempre aspettare, a quelle che riescono a fare cento cose tutte insieme e a quelle a cui piace stare da sole sul divano, in compagnia di un bel libro.

Lo dedico alle donne che hanno sofferto, lo dedico alle madri che hanno perso i loro figli. Lo dedico alle donne che sanno provare mille emozioni in un solo secondo e che possono amare oltre l’infinito.

Lo dedico ovviamente anche a loro… a tutte le donne che ho fotografato…

[SL = avvia presentazione | FS = visualizza a schermo intero]

Donna

Tieni sempre presente che la pelle fa le rughe,
i capelli diventano bianchi,
i giorni si trasformano in anni.

Però ciò che é importante non cambia;
la tua forza e la tua convinzione non hanno età.
Il tuo spirito è la colla di qualsiasi tela di ragno.

Dietro ogni linea di arrivo c`è una linea di partenza.
Dietro ogni successo c`è un`altra delusione.

Fino a quando sei viva, sentiti viva.
Se ti manca ciò che facevi, torna a farlo.
Non vivere di foto ingiallite,
insisti anche se tutti si aspettano che abbandoni.

Non lasciare che si arrugginisca il ferro che c`e` in te.
Fai in modo che invece che compassione, ti portino rispetto.

Quando a causa degli anni
non potrai correre, cammina veloce.
Quando non potrai camminare veloce, cammina.
Quando non potrai camminare, usa il bastone.

Però non trattenerti mai!
[Madre Teresa di Calcutta]

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblr