Utilizzare smartphone Android o iPhone come controllo remoto della fotocamera

Triggertrap Mobile

Ecco un interessante accessorio che permette il collegamento della fotocamera allo smartphone e che, unito all’utilizzo dell’omonima applicazione gratuita Triggertrap (disponibile sia per Android che per iPhone), consente di utilizzare quest’ultimo come telecomando per lo scatto remoto.

triggetrap

Triggertrap Mobile collega smartphone e fotocamera tramite un cavo dotato di un jack da inserire nella presa delle cuffie del telefono e un altro da inserire nella presa “trigger” della reflex (quella dove si inserisce il normale telecomando remoto). E’ importante quindi selezionare il modello con il cavo compatibile con la propria fotocamera! Inoltre assicuratevi di acquistare la versione 2, cioè quella con il cavo rosso (è quella più nuova e compatibile con Android). La cosa interessante è che attualmente Triggertrap Mobile è già disponibile, oltre che per fotocamere Canon e Nikon, anche per molte altre delle principali case produttrici. Un elenco completo delle compatibilità potete trovarlo QUI.

Costo: 35 euro circa.

triggertrap_cavi

La App (gratuita)

Se volete, potete anche provare a scaricare solo la App gratuita Triggertrap e provarla utilizzando la fotocamera dello smartphone: infatti, oltre che come comando remoto, questa App trasforma il vostro telefono in un trigger, per esempio sonoro (scatta una foto quando “sente” un rumore) utilizzabile anche con la fotocamera incorporata nel telefono. Piccola nota a sfavore: la App, sia Android che iPhone, è solo in inglese.

31514288_4

Io ho provato il tutto collegando un Samsung Galaxy S4 alla mia Canon EOS 7D. Si nota subito che la App per Android è un po’ limitata rispetto a quella per iPhone (per esempio a me non faceva utilizzare la fotocamera del telefono), ma per il resto funziona bene. Durante l’utilizzo con Triggertrap Mobile è meglio che la reflex sia impostata in modalità Bulb (B) o in Manuale (M) e, come consigliato dalla casa produttrice, sia impostata la messa a fuoco in manuale; in altre configurazioni potrebbe non funzionare lo scatto. Personalmente questa non la ritengo una grossa limitazione considerato l’utilizzo che normalmente si fa di un comando remoto.

Funzioni disponibili

iPhone: Cable Release, Bang, Timelapse, Eased Timelapse, LE HDR, LE HDR Timelapse, Distancelapse, Shock & Vibration Sensor, Metal & Magnetism Sensor, Motion Detection, Face Detection, Star Trail, Bulb Ramping Timelapse.

Android:  Cable Release, Bang, Timelapse, Eased Timelapse, LE HDR, LE HDR Timelapse, Distancelapse, Star Trail, Bulb Ramping Timelapse.

Vediamone alcune in dettaglio…

Cable Release

E’ la classica funzione di comando remoto. Si definisce i parametri di scatto e si preme il pulsante per fare la foto. Molto semplice.

Bang

E’ quello di cui parlavo prima, cioè un trigger sonoro. La App usa il microfono del telefono come sensore acustico (regolabile come sensibilità) e scatta una foto quando “sente” un rumore. Questa funzione permette di scattare foto come QUESTA. Attenzione a non regolare il sensore in modo troppo sensibile, altrimenti il rumore dello scatto provocherà a sua volta l’attivazione del trigger e la fotocamera continuerà a scattare all’infinito!

Timelapse

Permette la realizzazione di un filmato Timelapse, cioè formato da una serie di singoli scatti eseguiti a intervalli regolari. Ad esempio si può decidere di scattare ogni 2 minuti o magari ogni 30. Per capire meglio il risultato finale che potremmo ottenere dopo aver montato in un filmato tutte le foto, potete andare QUI.

Star Trail

E’ molto simile alla precedente, ma il suo scopo è quello di farvi realizzare delle foto con le scie di stelle, magari come QUESTE. In pratica si può impostare la macchina per scattare un certo numero di foto con un certo tempo di scatto a intervalli regolari. Ad esempio: scattare una foto ogni 30 secondi, ognuna della durata di 10 secondi per 100 volte. Per ottenere la foto finale si dovrà utilizzare un apposito software di montaggio degli scatti, tipo appunto “Startrails“.

Esempio modalità Star Trail

startr

LE HDR

Come si intuisce dal nome, serve per realizzare foto da elaborare poi in HDR. In pratica si possono scattare 3 o 5 foto con esposizioni diverse. Altre info su questa tecnica le potete trovare QUI.

Le altre modalità

Quelle sopra sono alcune delle modalità che ho potuto verificare di persona. Per tutte le altre vi rimando a questo articolo (in inglese). CLICCA QUI.

___________________________________________________________

Sito Ufficiale: triggertrap.com | Acquisto cavo in Italia: eBay

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblr