La tecnica del Panning

Questa tecnica è applicata quando si fotografano soggetti in movimento, soprattutto sportivi (auto, moto, ciclisti, corridori, ecc). In pratica si tratta di creare un “senso di movimento” nell’immagine mantenendo nitido il soggetto e rendendo invece mosso lo sfondo.

Per creare un buon effetto Panning si deve inquadrare il soggetto in movimento e poi seguirlo con la fotocamera eseguendo un movimento il più fluido possibile, entrando quasi in simbiosi col soggetto stesso; quando cogliamo il momento, scattiamo e, importantissimo, continuiamo a seguire il soggetto.

Come regolazione della macchina, si consiglia di lavorare in manuale (M) o in priorità di tempi (Tv) e di impostare un tempo di esposizione variabile tra 1/60 e 1/40 di secondo circa. Ma come sempre dipende molto dalla situazione, quindi dovete provare. Come obiettivi, meglio usare un Tele, che aiuta un po’ nello sfocare lo sfondo.

Attenzione, non è assolutamente una tecnica facile e di immediata acquisizione, quindi non vi scoraggiate se i primi tentativi andranno a vuoto!

Infine è doveroso dire che lo stesso effetto è applicabile in post produzione con Photoshop o GIMP, anche se non sarà mai la stessa cosa! Comunque, a chi interessa, ecco qui un video tutorial su come è possibile farlo…

Facebooktwitterpinterestlinkedintumblr