Diffusore Flash: dove, come, quando

Usare il flash diretto, in special modo quando si e’ vicini al soggetto, comporta spesso l’avere come risultato una foto non molto naturale, con volti sbiancati e luccichii ovunque, soprattutto su accessori come occhiali, orecchini, collane ecc.

In questi casi ci viene in aiuto il diffusore. Si tratta di un accessorio da montare davanti al lampeggiatore e che e’ in grado di smorzare e diffondere uniformemente la luce flash, eliminandone anche i riflessi; il risultato sara’ una luce piu’ morbida, omogenea e naturale. Di conseguenza, noteremo anche una diminuzione delle ombre che normalmente si formano dietro a un soggetto illuminato da un forte luce diretta.

Oltre a questo, il diffusore e’ anche in grado di ampliare l’angolo di copertura del flash e quindi di illuminare un’area maggiore rispetto a quella illuminata dal solo lampeggiatore (circa quella inquadrata da un 50mm), andando cosi’ a coprire un’area quasi equivalente a quella inquadrata da un grandangolo.

I diffusori non esistono solo per i flash esterni, ma anche per quello incorporato (ne esistono diversi modelli, occhio a prenderne uno compatibile con la vostra fotocamera!) e personalmente vi consiglio di provarli anche con quello.

Ovviamente ne vengono prodotti di diversi tipi (e di diversi prezzi) e normalmente l’effetto del diffusore sara’ migliore se questo risulta essere di qualita’ medio/alta. Io personalmente sto usando il Lastolite Micro Apollo 45 (costo circa 50 euro) e mi sto trovando bene.

Anche qui pero’ ci puo’ sempre venire in aiuto l’arte del “fai da te” e in rete si trovano molti esempi di come costruirsi un diffusore in casa. A tal proposito, ecco alcuni video dimostrativi:
http://www.youtube.com/watch?v=ycBAF86O0o8
http://www.youtube.com/watch?v=q3Gk19kH3VY
http://www.youtube.com/watch?v=t_ju_YW309M

A questo punto e’ proprio il caso di dire:
buona luce (artificiale) a tutti!!!!

Facebooktwitterpinterestlinkedintumblr

  3 comments for “Diffusore Flash: dove, come, quando

  1. tuttoleo
    2 agosto 2011 at 07:53

    In realtà sono la stessa cosa… anche se per soft box forse si intende qualcosa di un pochino più grande…

    Qui ci sono alcuni esempi:
    http://www.apromastore.com/contents/it/d85.html

  2. 2 agosto 2011 at 07:44

    C’è differenza con il soft box? o è la stessa cosa?

Comments are closed.