Tutorial sincronizzazione flash in remoto

Quando serve il controllo remoto del flash

Il poter controllare da remoto uno o più flash serve sia in studio che all’aperto. Ci permette infatti di poter orientare le luci flash a nostro piacimento, senza doverle per forza montare sulla slitta della fotocamera. Di conseguenza potremo evitare di “sparare” il lampo di luce direttamente sul soggetto, ma bensì di indirizzarlo in modo più mirato in una o più aree specifiche della scena.

Con quali fotocamere è possibile utilizzare il controllo remoto

Da sempre le fotocamere reflex Nikon sono in grado di comandare un flash (compatibile) da remoto. Canon ha invece scelto di utilizzare appositi trasmettitori, chiamati trigger, da montare al posto del flash. Di recente però anche Canon ha cambiato strada e sulle nuove EOS 7D e 60D ha inserito nel lampeggiatore popup (quello integrato nella fotocamera) la funzionalità di comando remoto di altri flash.

Utilizzo pratico del controllo remoto

In questo video, realizzato da Stefano Tealdi, viene illustrata in modo semplice questa tecnica, in tutte le sue configurazioni.

Facebooktwitterpinterestlinkedintumblr