Steve McCurry e l’ultimo rullino Kodachrome | Tutte le foto

Qualche anno fa, il fotografo Steve McCurry (famoso soprattutto per la sua copertina del National Geographic “La ragazza afgana” – vedi foto a lato) è venuto a sapere che, a causa dell’avvento del digitale, la Kodak stava prendendo in considerazione l’ipotesi di sospendere la produzione di uno dei suoi più grandi cavalli di battaglia: il leggendario rullino per diapositive a colori Kodachrome.

McCurry ha allora parlato con alcuni dirigenti della Kodak e li ha convinti a lasciarli in eredità l’ultimo rullino da loro prodotto. Per “ultimo” si intende proprio l’ultimo rullino che fosse uscito dalla catena di montaggio della fabbrica Kodak di New York!

Una volta entrato in possesso di questo cimelio, lo ha caricato subito nella sua Nikon F6, ed è uscito per le strade della “Grande Mela” alla ricerca di un progetto fotografico da realizzare con le 36 foto a sua disposizione.

Dopo aver vagato per la città per quasi un giorno intero senza aver scattato nemmeno una foto, McCurry decide di fare una pausa. E mentre sorseggia un caffè gli viene in mente l’idea: fotografare personaggi famosi che vivono a New York. Dopo qualche ricerca (e con un po’ di fortuna) trova disponibile Robert De Niro che gli concede mezz’ora per eseguire qualche scatto. McCurry rimane molto soddisfatto dell’idea di eseguire dei ritratti, ma vuole di più.

Pensa allora di dirigersi verso le sue origini fotografiche, cioè in India. E da lì comincia un viaggio che lo porterà anche in Turchia, per poi fare ritorno a New York. Ed infine ecco finalmente il risultato: la galleria completa dell’ultimo rullino Kodachrome scattato da Steve McCurry.

SL: avvia presentazione | FS: ingrandisci a tutto schermo

Tutte le foto e i relativi diritti sono di proprietà della Magnum Photos.

Un articolo su questo progetto, con la descrizione di ogni foto (in inglese) lo potete trovare qui:
http://www.vanityfair.com/culture/features/2011/02/last-kodachrome-slide-show-201102

Facebooktwitterpinterestlinkedintumblr