Differenza tra macchina fotografica Reflex (SLR) e Mirrorless (CSC)

Come funziona una Reflex

Quando si parla di fotocamere reflex, che siano esse analogiche (SLR, Single Lens Reflex) o digitali (DSLR, Digital SLR), si parla comunque di fotocamere che hanno in comune lo stesso principio di funzionamento. Il tutto parte da uno specchio che riflette nel mirino l’immagine che entra dall’obbiettivo (da qui appunto il termine reflex).

Al momento dello scatto, lo specchio si alza e la luce colpisce il sensore (o la pellicola) per il tempo prestabilito, generando così l’immagine che verrà poi salvata (o impressa).

Come funziona una Mirrorless

Le fotocamere mirrorless, come dice la parola stessa, si differenziano dalle reflex e dalle SLT (Single Lens Translucent mirror) perchè non hanno lo specchio (mirrorless = senza specchio) e il loro funzionano è in realtà molto più simile a quello di una compatta digitale. Nella maggior parte dei casi infatti l’immagine arriva subito al sensore il quale la “legge” e la invia al microprocessore interno; da qui l’immagine può andare allo schermo LCD, posto sul retro della fotocamera, o (se presente) al mirino elettronico (che in realtà sarà sempre un piccolo schermo LCD). Al momento dello scatto, l’immagine sarà inviata anche alla scheda di memoria dove verrà memorizzata.

La sostanziale differenza tra una compatta e una Mirrorless (detta anche CSC, Compact System Camera), è però il fatto che le fotocamere CSC hanno la possibilità di cambiare gli obbiettivi, cosa che le accomuna alle macchine fotografiche reflex. Inoltre, solitamente, le Mirrorless sono anche dotate di funzionalità e programmi di livello superiore rispetto a una compatta (come ad esempio lo scatto in manuale, il blocco dell’esposizione, la possibilità di scattare in RAW, ecc). Infine, cosa forse più importante, montano spesso gli stessi componenti delle reflex, primo fra tutti il sensore, più grande e performante di quelli inseriti normalmente nelle macchine compatte.

A favore

  • più compatta, portatile e maneggevole di una reflex, pur avendo prestazioni simili
  • utilizzo di base più facile e intuitivo rispetto a una reflex
  • se presente, il mirino elettronico può risultare d’aiuto in situazioni di scarsa luminosità

Contro

  • limitata disponibilità di accessori e obbiettivi (a meno di non comprare un apposito adattatore, quando disponibile)
  • se si decide di cambiare, è probabile che si debba sostituire tutto, non solo il corpo macchina ma anche obbiettivi e accessori
  • spesso è assente il mirino (vedi Canon EOS-M) e sfido chiunque a utilizzare una fotocamera con un teleobiettivo guardando dal display LCD!

Conclusioni

A causa di qualche carenza di fondo, il settore Mirrorless non ha ancora intaccato il settore professionale ma solo quello commerciale e amatoriale. C’è però da dire che è ancora un mercato piuttosto giovane quindi, alcune lacune come la limitata disponibilità di accessori, potrebbero essere presto colmate. Visto poi che i prezzi, a parità di prestazioni, sono in linea con le macchine reflex, direi che si preannuncia una bella lotta! Se poi decidessero anche di produrre una CSC Full Frame

 

 

Facebooktwitterpinterestlinkedintumblr