I 10 errori che tutti i fotografi commettono (e anche più di una volta!)

Tratti (purtroppo) da esperienza personale e da quelle di amici, oggi vi propongo i 10 errori che tutti i fotografi commettono, anche più di una volta!

1) Non leggere il manuale di istruzioni

So per certo che la maggior parte di voi non ha mai letto un manuale in vita sua! Proprio a voi dico di cercare in internet l’acronimo “RTFM“… “Read The Fucking Manual” (Leggiti il fottuto manuale) è la risposta che si usa dare sul web a chi pone domande banali (non solo di fotografia, ma in generale). Quindi, a questioni tipo “Come lo disattivo il flash?“, “La mia fotocamera scatta in RAW?“, “A cosa serve questo tasto?” è possibile che la risposta che vi arrivi sia proprio quella! Lo so, lo so… tra di voi c’è anche chi ha provato a leggerlo questo fantomatico libretto di istruzioni e si è trovato davanti un testo molto stringato e poco comprensibile, come del resto sono quasi tutti i manuali tecnici. Allora ecco cosa dovete fare: sfogliate il manuale e segnatevi le cose che vi incuriosiscono ma che non capite, poi fate le domande nella forma “Ho letto il manuale, ma non ho capito bene questa cosa…“. Il fatto interessante di questo mio consiglio è che la prima parte la potete saltare, la cosa importante è porre nel modo giusto la domanda! ;)

2) Convincersi che l’unico modo di fare fotografie stupende sia quello di avere un’attrezzatura professionale

E qui come posso non citare Henri Cartier-Bresson? “E’ un’illusione che le foto si facciano con la macchina; si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa.” Questo non è sempre vero, ma lo è molto più spesso di quanto si pensi! In generale è bene dotarsi di un’attrezzatura adeguata alle nostre capacità e a quello che si vuole fare. Per assurdo, è inutile comprarsi una reflex professionale per poi postare le foto su facebook, magari dopo averle elaborate per farle sembrare vintage. Per questo vi basta uno smartphone o una compatta.

3) Acquistare un’attrezzatura troppo sofisticata per il proprio livello di esperienza

Se avete deciso che vi serve una reflex, valutate bene il primo acquisto. Vi posso assicurare che la marca conta solo fino a un certo punto, ma se andate su una delle due leader del settore (Canon e Nikon), cascate sicuramente in piedi. Cercate poi di farvi un’idea precisa di cosa vi piace fotografare; leggete riviste specializzate e ascoltate le opinioni di chi ha già esperienza nel settore (ribadisco… che ha “esperienza“, non che ha una reflex!). Tenete conto del fatto che le moderne reflex digitali di fascia bassa sono già molto potenti e funzionali; è perciò molto probabile che siano già sufficienti per soddisfare le vostre esigenze. Se poi comprate subito un modello professionale, sappiate che dovrete dedicare molto tempo a studiarlo e, molto probabilmente, finirete per non sfruttarlo mai a pieno (soldi buttati). Infine la cosa più importante: ricordate che avere una reflex non vi rende fotografi!

4) Riempire la scheda di memoria

Una scheda, per quanto capace sia, non è sicuramente sufficiente. Potrebbe rompersi, potreste perderla, potrebbe accadere un imprevisto che la rende inutilizzabile… Quindi “2” è il numero minimo di schede da portarsi sempre dietro. Quando acquistate una scheda non cercate necessariamente quelle con più capacità. Non importa avere schede da 64Gb; anzi, è sicuramente meglio averne due da 32Gb che una da 64Gb. Inoltre, a meno di non voler girare video o di avere una fotocamera da 30MegaPixel, con un paio di schede da 8Gb siete già abbastanza coperti. Se però non vi sentite tranquilli, prendetene due o tre da 16Gb…  ora che non costano più moltissimo, la regola è meglio una più che una in meno! Per altre info sulle memory card, vi rimando a questo mio altro articolo: clicca qui!

5) Cancellare le immagini direttamente dalla fotocamera

Questo, lo ammetto, lo faccio spesso anche io. In realtà, cancellare le immagini direttamente dalla fotocamera, basandosi solo sull’anteprima dello schermo LCD e magari anche sull’istogramma, è un errore. Se avete schede di memoria abbastanza capienti e non siete a rischio “riempimento”, non cancellatele mai. Aspettate di vederle sul PC, potreste avere delle piacevoli sorprese; e se poi così non fosse, a cancellarle siete sempre in tempo!

6) Scattare in RAW perchè “è meglio”

E’ vero che il formato RAW ha i suoi vantaggi; ma va saputo sfruttare, altrimenti diventa solo un problema. Se non avete idea di cosa voglia dire “elaborare una immagine grezza” e non avete mai aperto Adobe Photoshop o Camera Raw, allora direi che il formato JPG è quello che fa per voi. E non abbiate paura, le foto vi verranno ugualmente bene!

7) Non eseguire il backup delle immagini prima di cancellarle dalla scheda di memoria

Una volta scaricate le foto sul PC siamo convinti di essere a posto. Quindi, per l’uscita fotografia successiva, formattiamo la scheda e via! E se succede qualcosa alle foto salvate sul computer? Non sarebbe meglio eseguirne prima un’ulteriore copia di backup? Leggete qui!

8) Batteria scarica

Un altro classico direi. Anche se adesso vale più per le compatte che per le reflex, questo è un problema abbastanza comune… Sembra ovvio affermare che senza energia la vostra fotocamera è solo un peso in più da portarsi dietro. Ma è altrettanto vero che a volte ce lo dimentichiamo e partiamo per uno shooting con la batteria già a metà della sua carica totale. Poi, dopo qualche scatto, magari di inverno al freddo, accade l’inevitabile…

Quindi, se la vostra fotocamera è alimentata da batterie stilo (AA), portatevi sempre dietro un set di nuove come scorta. Se invece ha una batteria proprietaria, la prima cosa da fare è assicurarsi di averla caricata bene prima di uscire; se poi l’esperienza vi porta a dire che stando fuori un giorno intero la batteria è al limite, valutate di acquistarne un’altra (anche non originale, da usare solo in casi di emergenza). In fase di scatto, utilizzate il display con parsimonia in quanto questo consuma molta batteria. Infine, quando trasferite le foto sul PC, non collegate mai la fotocamera al computer, ma utilizzate un lettore di schede. Questo allungherà la vita della vostra batteria e vi eviterà di incorrere in problemi di trasferimento delle immagini.

9) Mai usato lo zoom sul display LCD?

Guardando le foto nel display LCD della fotocamera, potremmo essere tratti in inganno. Di primo acchito sembra tutto a posto, poi quando andiamo a vederla sullo schermo del PC, ci accorgiamo che è leggermente fuori fuoco o un po’ mossa. Se volete essere sicuri di “portare a casa” una buona foto, eseguite uno zoom mentre guardate la foto sul display. Ingrandendo l’immagine potrete controllare la corretta messa a fuoco e le eventuali piccole imperfezioni… e valutare così se ripetere lo scatto o meno. Ah, non chiedetemi come si fa lo zoom altrimenti vi rimando al primo punto!!!

10) Imparare tutto da Internet

Non fraintendiamoci: la rete è una fonte d’oro per imparare. Ci mette a disposizione un’infinità di strumenti, per la maggior parte anche gratuiti: Videocorsi, Tutorial, Blog, Forum, Gallerie, Riviste On-line, ecc… Ma non illudetevi che la fotografia sia solo qui! Leggere una rivista, toccare con mano una fotografia stampata, vedere delle mostre “dal vivo“, esporre “faccia a faccia” le proprie foto ai commenti e alle critiche di altri. Ma anche solo parlare di fotografia, sono esperienze che la rete non vi può dare. E credetemi, vi faranno crescere!

E ora ditemi: chi di voi non è mai cascato almeno in uno di questi errori?
Io personalmente sono passato da quasi tutti!

Facebooktwitterpinterestlinkedintumblr

  1 comment for “I 10 errori che tutti i fotografi commettono (e anche più di una volta!)

  1. 30 Dicembre 2012 at 22:30

    Interessanti i tuoi post! Grazie :)

Comments are closed.