Robert Doisneau – Pescatore d’immagini [Q. Bajac]

In questi giorni a Roma, fino al 10 Febbraio 2013, è allestita una mostra su Robert Doisneau, famoso fotografo francese che tutti conoscono soprattutto per il suo “Bacio dell’Hotel de Ville“. Tutte le info sulla mostra le potete trovare qui: http://www.palazzoesposizioni.it/categorie/mostra-023

bacio

 

Io colgo questa occasione per proporvi una lettura proprio su di lui…

Robert Doisneau

<< Pescatore d’immagini >>

[Q. Bajac]

doisneau
Il 14 aprile 2012 è stato il centenario della nascita di Robert Doisneau. Un bacio all’Hôtel de Ville, ragazzini turbolenti, operai in fabbrica, gente di mondo, anonimi, ritratti di Picasso, di Tati… Robert Doisneau (1912-1994) è noto soprattutto per i suoi scatti spontanei, poetici e pieni di gioia di Parigi e della sua banlieue. Ma i suoi sessant’anni di vita da fotografo vanno ben al di là di questo, con una produzione di più di 500 000 immagini. Lo sguardo di Robert Doisneau è stato descritto come reportage umanistico, realismo poetico, tenero umorismo…, ma in fondo nessuna categoria è riuscita a racchiudere la ricchezza e la diversità della sua opera. C’è però una pista: lui stesso si è definito come “pescatore di immagini”, per opposizione con i fotografi “cacciatori”. Per Quentin Bajac, lo stile di Doisneau è infatti prima di tutto la ricerca di una certa semplicità, di un’immediatezza e di un’economia di mezzi: la volontà di non disperdersi, per rimanere sempre in allerta, leggeri e mobili a sorprendere il mondo. Questo volume ripercorre la vita del fotografo attraverso 120 documenti: dai disegni giovanili alle sue agende personali, dai reportages sulla liberazione di Parigi alle serate mondane per Vogue, dai servizi dai servizi per La Vie Ouvrière alle collaborazioni con Life.
Altre info e acquisto on-line: www.ibs.it

Facebooktwitterpinterestlinkedintumblr