Ma che Bolle! | Spunti Fotografici

Ecco un altro suggerimento per fare fotografia utilizzando cose che tutti noi abbiamo normalmente in casa: fotografare le bolle d’acqua

1

Costruire il set fotografico “fai da te”

In questo caso abbiamo bisogno solo di un bicchiere o di una bacinella in vetro, un goccio di acqua, un filo di olio e, volendo, del sapone liquido per i piatti. Come sfondo potete utilizzare di tutto: cartoncini bianchi, neri o colorati, riviste o giornali, tovaglie, carte da regalo, ecc.

Versate uno per volta i liquidi nella bacinella; vi suggerisco di non superare il mezzo centimetro di spessore. Appoggiate la bacinella su un piano e inseritevi sotto lo sfondo scelto. Adesso mescolate lentamente il tutto con un cucchiaino da caffè fino a quando non vedrete formarsi le bolle.

A questo punto installate la macchina fotografica sul cavalletto e posizionatela verticalmente sulla bacinella. Per avere dei risultati ottimali, dovreste utilizzare un obbiettivo macro, in modo da potervi avvicinare molto alle bolle. Il cavalletto è ovviamente obbligatorio. Se avete a disposizione un flash esterno, usatelo!

Scattare!

Non ci sono particolari settaggi da impostare sulla macchina; ovviamente, data la vicinanza col soggetto, con un diaframma molto aperto (es: f/4) si avrà lo sfondo sfocato. Per averlo a fuoco, dovrete utilizzare aperture da f/16 in su, modificando di conseguenza i tempi. Ma il mio suggerimento è sempre lo stesso… provare e riprovare!

Ecco qualche altro esempio di foto che ho scattato con questa tecnica.

5

4

3

2

 

Facebooktwitterpinterestlinkedintumblr