A ognuno il suo backup! Partiamo subito dal presupposto che (ahimè!)  è praticamente impossibile proteggere al 100% le nostre foto. Non per nulla si dice che il mondo dei fotografi sia diviso in due: quelli che hanno perso delle foto e quelli che le perderanno!  Diciamo però che possiamo partire con l’essere ad alto rischio di perdita dei dati, passando a un rischio medio, fino ad arrivare a un rischio molto basso. E ovviamente in questo caso la prima domanda da porsi è: “Quanti soldi e quanto tempo voglio spendere per mettere al sicuro le mie foto?” Configurazione minima del PC (Windows/Mac) Per diletto | Fotografie di famiglia e vacanze Tenete le foto su un disco esterno e lavorate direttamente su quello. Il lavoroRead More →

Quasi tutti noi, quando ci vediamo in una foto, pensiamo sempre di essere venuti male. Spesso però non dipende dal nostro aspetto, ma bensì da altri fattori che entrano in gioco quando ci viene puntato addosso un obiettivo. Vediamone allora alcuni e soprattutto come affrontarli al meglio. 1) Quando siete in piedi, cercate di rilassarvi senza aver paura del fotografo e della sua fotocamere, anche se è una reflex enorme con un un super flash montato sopra. La posizione più fotogenica da assumere in questo caso è quella di 3/4 rispetto al fotografo, spostando il peso su una gamba. 2) Se invece siete seduti, girare leggermente il corpo da una parte, mantenendo lo sguardo leggermente sopra la fotocamera. 3) ImparateRead More →

Intanto, cosa’è una liberatoria fotografica? Si tratta di una dichiarazione scritta che il soggetto fotografato rilascia al fotografo e con la quale lo autorizza a pubblicare la propria immagine. Ovviamente non sempre è necessaria una liberatoria; a tal proposito riporto qui di seguito i due articoli della Legge 633/41 riguardanti questo argomento. Notate bene che non si parla della recente legge sulla privacy (come pensano in molti) ma di una legge del 1941 sul diritto d’autore. Art. 96 | Il ritratto di una persona non può essere esposto, riprodotto o messo in commercio, senza il consenso di questa, salve le disposizioni dell’articolo seguente. Art. 97 | Non o occorre il consenso della persona ritrattata quando la riproduzione dell’immagine è giustificataRead More →

Oggi vi voglio parlare di un amico. Massimiliano è un architetto pratese appassionato di fotografia che si è avvicinato ad essa anche grazie a uno zio fotografo e all’esperienza passata lavorando in negozi di fotografia e come fotografo di cerimonie e matrimoni. A un certo momento però, dopo altre esperienze legate al mondo della fotografia, improvvisamente tutto è finito, sostituendo alla fotografia il lavoro e la famiglia. Poi, nel 2017, incontra per caso “Il Bacchino”, il prestigioso Fotoclub di cui anche io faccio parte e dove ovviamente ci siamo conosciuti. Da lì incomincia a scoprire nuove tecniche fotografiche, affronta il passaggio dall’analogico al digitale, ma soprattutto fa “amicizia” con la Street Photography. Comincia allora a frequentare corsi, workshop, e aRead More →

Trovo molto creativo il progetto “Crowded Fields” di questo fotografo americano. Per realizzarlo forse si è posto come scopo quello di fotografare ogni attimo saliente degli avvenimenti sportivi a cui assiste. Sembra impossibile, ma lui ci è riuscito in un solo scatto! In realtà, ovviamente, non è proprio così. La sua tecnica è una sorta di evoluzione di un Time-Lapse. Esegue infatti centinaia, a volte migliaia, di scatti a diversi intervalli di tempo per tutta la durata dell’evento. Dopodiché inizia il lavoro di post-produzione, in modo da unire tutte le immagini in un’unica spettacolare foto. Con questa tecnica Pelle Cass riesce così a mostrare ogni evento al quale assiste in modo unico e caratteristico. Ovviamente non stiamo parlano di fotografiaRead More →