Con l’avvento del digitale e soprattutto delle reflex e mirrorless di fascia media, si parla sempre più spesso di “rumore” e (sbagliando!)  si tende sempre a spulciare ogni singola immagine in cerca di foto perfette, al massimo della nitidezza. Qui vi indico alcuni articoli trovati in rete per approfondire l’argomento: – http://www.spaziomac.it/guide-e-tutorials/altre-guide-generiche/729-guida-il-rumore-nella-fotografia.html – http://www.abc-fotografia.com/abc/neatimage.htm – http://www.mixyourshot.com/2010/06/come-ridurre-il-disturbo-delle-fotografie-digitali-scattate-ad-alti-iso/ – http://www.nadir.it/tecnica/RUMORE_2/rumore.htm Noi sappiamo che di norma si dovrebbe tenere sempre il valore (o velocità) ISO il più basso possibile, proprio per evitare un effetto “grana” sulla foto; ma è anche vero che ogni regola è soggetta a deroghe! In effetti, in alcune occasioni, è invece molto comodo utilizzare la macchina in Av (priorità di apertura del diaframma) o anche M (in manuale) regolando tempi eRead More →

Quando si parla di come fotografare la Luna, la prima cosa a cui si fa riferimento è la regola del 16/ (o dell’11/). Questa regola ci insegna che, se vogliamo fotografare qualcosa che è illuminato direttamente dalla luce del Sole (e la Luna lo è!), dobbiamo utilizzare un’apertura del diaframma pari a 16 o 11 e un tempo di esposizione pari a 1/ISO. Nel nostro caso il tempo di esposizione non dovrà essere molto lungo; la Luna infatti, per effetto della rotazione terrestre, si muove in cielo e di conseguenza con tempi lunghi, anche se sembra impossibile, si rischierebbe il mosso nella foto! Quindi diciamo che potremmo impostare ISO 100 (così eviteremo anche il problema del “rumore”) e di conseguenzaRead More →

Noi forse non ci facciamo caso, ma quando guardiamo un paesaggio, riusciamo a percepire senza sforzo tutti i dettagli sia del cielo che della terra, o del mare. Ma se scattiamo una foto, questo non avviene quasi mai e riusciremo a esporre bene solo alcune zone, mai tutta l’immagine nel suo complesso; otterremo così come risultato finale un cielo azzurro brillante ma una terra molto scura o magari, al contrario, il terreno ben esposto ma un cielo molto chiaro, sovraesposto. La fotografia HDR, in origine, è nata proprio per superare questa evidente difficoltà di riprodurre da parte di qualsiasi macchina fotografica (analogica o digitale che sia) tutto lo spettro luminoso e le diverse tonalità che invece i nostri occhi percepisconoRead More →

Oggi vi voglio far conoscere la Street Photo, letteralmente “fotografia di strada” (ma in realtà c’è molto più!). Questo genere di fotografia è piuttosto “giovane” e a me personalmente piace molto, anche perché risulta spesso di immediata comprensione. Inoltre è molto interessante anche per chi la fa, in quanto si diventa spesso veri e propri “cacciatori” di situazioni divertenti, di sventure o piccole disgrazie altrui, ma anche di circostanze più o meno drammatiche. Dai cartelloni pubblicitari, alla spazzatura, dalle vetrine, ai cartelli stradali, inserendo o meno nella foto ignari passanti, è solo il colpo d’occhio che conta! Ecco un paio di scatti fatti a Firenze: _______________________ Di “Streepher” eccezionali ce ne sono ovviamente molti e li potete trovare facilmente facendoRead More →