Tutorial esposizione | Modalità di misurazione

Propongo oggi un breve tutorial su come le reflex digitali possono misurare l’esposizione. A scanso di equivoci, faccio anche la solita premessa relativa alle immagini utilizzate: sì, sono relative a fotocamere Canon… ma i concetti sono validi anche per tutte le altre, Nikon inclusa!

E ora veniamo a noi… per prima cosa c’è da dire che la disponibilità di questa scelta dipende anche dal programma che si sta utilizzando; normalmente, se si utilizza la macchina in modo completamente automatico, questa scelta potrebbe essere disabilitata.
Supponiamo quindi di lavorare con uno dei programmi semi automatici (P, Tv, Av) o meglio ancora in manuale (M). La misurazione qui può avvenire normalmente in quattro modalità:

Valutativa
Iniziamo da questa perché è la modalità standard; è detta anche Matrix (Matrice), in quanto l’area inquadrata viene idealmente suddivisa in piccoli quadratini a formare una scacchiera (o appunto una matrice) delimitando tante zone più piccole dell’immagine. L’esposizione viene poi valutata su ogni singolo quadratino e infine, con un particolare algoritmo proprietario e diverso per ogni singolo costruttore, riportata a un valore diciamo “medio”. In linea teorica è mediamente la più precisa, ma in qualche caso potrebbe non portarci al risultato voluto.

Parziale
Delimita un’area al centro dell’inquadratura alla quale dare più “importanza” nella misurazione della luce. La grandezza questa area varia da macchina a macchina, ma si aggira sempre tra un 8% e un 10% circa. Risulta utile quando si hanno soggetti in primo piano con sfondi chiari o luminosi, o anche quando si fotografa in leggero controluce.

Spot
è una “Parziale” ancora più accentuata. Cioè viene delimitata una piccola area al centro del fotogramma (anche in questo caso può variare e si aggira intorno al 2% o 3% circa) e su quella viene misurata l’esposizione. Adatta in particolari situazioni di luce, come ad esempio spettacoli teatrali o in pieno controluce; misurando l’esposizione in modo preciso sul soggetto desiderato, la macchina non verrà ingannata dalla luce (o dal buio) che lo circonda. Utile, ma difficile da utilizzare.

Media pesata al centro
La misurazione viene effettuata al centro del mirino e in base ad essa viene poi calcolata una media da applicare a tutta la scena. È una modalità che sta andando piano piano in disuso in quanto con la “Valutativa” o la “Parziale”, si ottengono quasi sempre risultati migliori.

Ora tocca a voi fare la vostra scelta…
Buon divertimento!

Facebooktwitterpinterestlinkedintumblr