Liberatoria fotografica: quando e come deve essere compilata?

Intanto, cosa’è una liberatoria fotografica? Si tratta di una dichiarazione scritta che il soggetto fotografato rilascia al fotografo e con la quale lo autorizza a pubblicare la propria immagine.

Ovviamente non sempre è necessaria una liberatoria; a tal proposito riporto qui di seguito i due articoli della Legge 633/41 riguardanti questo argomento. Notate bene che non si parla della recente legge sulla privacy (come pensano in molti) ma di una legge del 1941 sul diritto d’autore.

Art. 96 | Il ritratto di una persona non può essere esposto, riprodotto o messo in commercio, senza il consenso di questa, salve le disposizioni dell’articolo seguente.

Art. 97 | Non o occorre il consenso della persona ritrattata quando la riproduzione dell’immagine è giustificata dalla notorietà o dall’ufficio pubblico coperto, da necessità di giustizia o di polizia, da scopi scientifici, didattici e culturali, o quando la riproduzione è collegata a fatti, avvenimenti, cerimonie di interesse pubblico o svoltisi in pubblico. Il ritratto non può tuttavia essere esposto messo in commercio, quando l’esposizione o messa in commercio rechi pregiudizio all’onore, alla reputazione o anche al decoro della persona ritrattata.

La parte relativa alle manifestazioni “pubbliche” presuppone che la foto interessata non possa essere un ritratto in primo piano, decontestualizzato cioè dall’avvenimento, ma bensì è necessario che si percepisca la presenza del soggetto in un luogo pubblico o in presenza di pubblico, come ad esempio un fan a un concerto.

E’ importante che la liberatoria venga compilata in duplice copia; una per il soggetto ritratto e l’altra per il fotografo. Entrambe le copie dovranno essere firmate dalle persone interessate e dovranno indicare data, ora e luogo dello scatto.

Esempio di liberatoria: [ download PDF ]

Naturalmente in rete si trovano molti altri esempi e approfondimenti; eccone qui alcuni:
http://www.fotografi.org/
– http://www.artericerca.com/Fotografia/
– http://www.fotochepassione.com/liberatoria-esempio.htm

E ovviamente ci sono anche App dedicate all’argomento, ma per questo vi rimando al blog di MU.SA. dove se ne parla in modo esaustivo e dove troverete anche diversi esempi di riferimento.

Infine vi allego questo video, dove si parla nello specifico della liberatoria in caso di ritratti.

Facebooktwitterpinterestlinkedintumblr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *