Fino ad oggi per fotografare la luna non ho mai avuto a disposizione ottiche che andassero oltre i 200mm. Quindi, appena ho avuto in mano un Canon EF 100-400mm f/4.5-5.6 L IS USM, ho messo subito la fotocamera sul cavalletto in attesa della notte. In queste sere la luna è crescente e ormai è quasi piena… Forse non è proprio il momento adatto per fotografarla, ma la voglia di provare era troppa! Quindi ecco la foto che ho fatto. In realtà l’ho ritagliata un po’ perchè, anche utilizzando un 400mm, la luna risulta sempre abbastanza lontana e la foto rende meno. Per correttezza ecco la foto originale. Infine un ritaglio della foto con lo zoom al 100% per controllare laRead More →

Abbiamo già parlato dell’effetto bokeh in questo mio precedente post. Oggi vediamo in dettaglio come realizzarlo; in pratica capiremo come scattare una foto come quella che vedete qui a sinistra.   Ottiche da utilizzare Non ci sono obiettivi specifici per questa tecnica fotografia. Possiamo usare un super zoom come un 50mm. Ovviamente ci sono delle limitazioni. Con un 50mm dovremmo stare molto vicini al soggetto e quindi necessiteremo di una grande apertura di diaframma (almeno f/1.8) per creare l’effetto sfocato sullo sfondo. Con un obiettivo zoom (Es. 200mm), staremo invece più lontani dal soggetto e potremo utilizzare diaframmi un po’ più chiusi (es. f/6.3) in quanto l’effetto dello sfocato verrà dato dalla distanza tra fotocamera, soggetto in primo piano e sfondo.Read More →

1. PREMESSA Per ottenere il massimo della nitidezza dalle vostre immagini, l’utilizzo del treppiedi è fondamentale, se non obbligatorio. Nonostante questo, essendo il cavalletto un accessorio ingombrante e a volte anche molto pesante da portarsi dietro, tendenzialmente non lo si utilizza quasi mai. E spesso questo è uno sbaglio. Ora, non voglio certo che vi precipitiate subito a comprarne uno; non è detto che faccia al caso vostro. Quindi cerchiamo prima di approfondire e capire meglio l’argomento. 2. EVITARE IL MOSSO E IL MICRO-MOSSO Evitare il mosso è forse la principale funzionalità di un treppiede. In questo mio precedente post ho parlato di come evitarlo anche scattando a mano libera ma, se ne abbiamo la possibilità, l’utilizzo del cavalletto risulterà assai più efficace.Read More →

Cos’è il mosso Il mosso in fotografia non è altro che un difetto di nitidezza nell’immagine dovuto al movimento del soggetto fotografato, del fotografo (o di entrambi) durante lo scatto. Una foto può essere totalmente mossa o anche solo parzialmente. Generalmente, nel primo caso, la foto risulterà sbagliata in quanto nessun elemento risulterà nitido e ben decifrabile. Nel secondo caso invece (mosso parziale), la foto potrebbe anche risultare corretta, in quanto avremo un riferimento statico e un elemento “mosso”, che però darà il senso del movimento all’immagine. In generale (e molto sommariamente), potremmo intendere come corretta una foto dove c’è la totale assenza di mosso negli elementi statici dell’immagine. In pratica, ciò che nella realtà è fermo (ad esempio colline, case,Read More →

Con un semplice cavetto e una App è possibile trasformare il proprio iPhone, iPod Touch o iPad in un controllo remoto per fotocamere reflex digitali (DSLR). Non solo. Il vostro iPhone potrà funzionare anche come timer di scatto multiplo e come trigger sonoro. La App ioShutter è attualmente disponibile in versione “Lite” gratuita e “Pro” a $9.99. Qui potete trovare un articolo (in inglese) che descrive in dettaglio tutte le caratteristiche di questa App, evidenziano le differenze fra la versione gratuita e quella a pagamento: http://ianpack.blogspot.it/2012/05/ioshutter-camera-remote.html Il cavo invece è disponibile nelle versioni per fotocamere Canon, Pentax, Contax, Samsung e Hasselblad; ma sembra che presto uscirà anche la versione per fotocamere Nikon. Questo accessorio lo trovate anche su Photojojo al prezzo di $70.00:Read More →