L’altopiano del Pian Grande, sotto Castelluccio di Norcia, è famoso soprattutto per la fioritura delle lenticchie. Da qualche anno però vi hanno aperto anche un vero e proprio Ranch dove è possibile organizzare passeggiate a cavallo tra i Monti Sibillini. E per i più piccoli, oltre ai cavalli, c’è a disposizione anche un calesse e alcuni pony! Ecco qualche mio scatto di questi magnifici animali… Dopo un po’ che sei lì, ti sembra davvero di essere sbarcato nel vecchio West! ;) Maggiori informazioni: http://www.castellucciodinorcia.it/italiano/sibillini_ranch.htmRead More →

La fioritura La fioritura delle lenticchie a Castelluccio di Norcia è un evento che quasi tutti i fotografi, soprattutto quelli di paesaggio, conoscono. Normalmente ha luogo tra fine maggio e i primi di luglio quando l’altopiano di Castelluccio, per diverse settimane, si dipinge con tonalità vivaci di giallo, viola, blu, arancione, bianco e rosso che si mescolano insieme per dare vita a uno spettacolo unico al mondo. Miti da sfatare Essendo un evento naturale è difficile prevederne il corso e soprattutto l’inizio. Ogni anno infatti il clima influenza in modo diverso tutte le specie floreali che tingono la piana. Però non è assolutamente vero che la fioritura ha una durata di due/tre giorni e non esiste un “culmine”. E’ un evento che ha un suo corsoRead More →

Uno specchio d’acqua con un perimetro poco più lungo di 400 metri per una superficie di quasi diecimila metri quadrati. In questo piccolo laghetto numerosissime specie vegetali contribuiscono a dare quella caratteristica per cui le Fonti del Clitunno sono note. Il muschio, le fanerogame, la coda di cavallo acquatica, la mestolaccia, la brosca increspata, la gamberaja maggiore, il nontiscordardimè delle paludi, il nasturzio acquatico, detto anche crescione sono solo alcune delle piante che si trovano all’interno del laghetto. Intorno alle rive sono gli alberi a caratterizzare l’ambiente, in primo luogo il pioppo cipressino, che d’estate si riveste di un fitto fogliame. Poi, i salici piangentila cui diffusione viene fatta risalire alla moda che si diffuse a Parigi negli anni ’40Read More →